Patria, Minerva e Maria Teresa.
“Las Mariposas”.
Tre donne, belle, giovani, colte , benestanti, forti della loro fede cristiana e della necessità di dover combattere un regime tanto atroce, tanto feroce come quello di Rafael Leònidas Trujillo, che ha sconvolto la Repubblica Dominicana per quasi 30 anni causando più di trentamila vittime.

Las Mariposas” è la storia di tre sorelle,le sorelle Mirabal: Patria, Minerva e Maria Teresa, divenute icone di libertà e lotta alla becera violenza.

Las Mariposas 25 Novembre 1960

Si racconta che, nel 1949, l’impetuosa e affascinante Minerva avrebbe ballato durante una festa proprio con il dittatore Trujillo e che tra un volteggio e l’altro, sia nata una discussione conclusasi con l’abbandono della festa da parte della donna anzitempo. Uno sgarbo che l’orgoglioso Trujillo non avrebbe sopportato molto volentieri tanto da generare in lui il desiderio di una lotta eterna nei confronti della donna.

Le farfalle“,questo il nome di battaglia delle tre sorelle,non si sono lasciate intimorire, tanto da fondare con il marito di Minerva il “movimento insurrezionale 14 de Juno” che aveva come unico obiettivo rovescaire il feroce e tiranno regime trujilista.

Ma il 18 maggio 1960, le farfalle e i loro mariti vengono arrestati e condannati per sedizione. Solo un’improvvisa ispezione dell’Organizzazione degli Stati Americani (e il rischio di sanzioni), costringe Trujillo a liberare le donne, mentre i mariti vengono trasferiti nella fortezza di Puerto Plata con l’unica concessione di far visita ogni venerdì.

La libertà concessa alle farfalle è solo apparente perchè, proprio un venerdì 25 novembre 1960 vengono uccise a bastonate nella loro jeep da quattro uomini al servizio del dittatore. I cadaveri vengono caricati sull’auto che, successivamente, viene spinta in un dirupo per simulare un incidente.

Ma la verità viene sempre a galla e, effettivamente, la forza di un “battito d’ali di una farfalla può scatenare un uragano”.

Las Mariposas” diventano simbolo universale ed eterno della lotta alla violenza contro le donne grazie alla risoluzione 54/134 el  17 dicembre 1999 con la quale l’ONU invitò tutti i governi a prendere iniziative che sensibilizzassero l’opinione pubblica sul problema della violenza contro le donne in ogni ambito.

Se Trujillo mi uccide, tirerò fuori le mie braccia dalla tomba e diventerò più forte di lui”

Minerva Mirabal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *